Il vostro hobby era leggere i nomi sui citofoni alla ricerca delle combinazioni più assurde. Peccato che poi nessuno dei vostri amici credeva all’esistenza della famiglia Cani – Sciolti o a quella della signorina Coniglio Rosa.

Oggi siamo più fortunati perché possiamo immortalare con il cellulare i cartelli che ci hanno colpito e diffonderli subito, senza essere presi per bugioni.

Nel giro di nemmeno 12 ore, mi sono imbattuto in questi tre esempi.

HANG’EM HIGH! (1968, starring Clint Eastwood)
Sensazioni da Far West all’Ikea. Quale nome migliore di Böja per una lampada che si “appende”?

 

DOV’È “KE” SI FIRMA?
Il Mc, anzi il Mek, in Galleria a Milano sta per chiudere, pare per l’affitto troppo alto. Al suo posto ci sarà un altro negozio Prada (quello storico è proprio di fronte) dove sprezzanti commessi serviranno russi e coreani. Nel frattempo come non condividere l’accorato grido di dolore espresso in questo volantino? So che molti vendoliani stanno già godendo per la chiusura del Mc e al proposito mi è tornato in mente un cretinetti conosciuto nel 2005. Lo sprovveduto, ai tempi ventenne, odiava McDonald’s e quando gli domandai dove sarebbe stato possibile trovare panini a poco prezzo mi rispose: “Ai baracchini per strada (furgoni che di notte vendono panini alla porchetta ai trans e ai loro clienti, n.d.L.), così non finanzi gli sfruttatori multinazionali che ci avvelenano con il loro cibo”.
L’attacco di fou rire che mi prese mi impedì di ricordare allo stupidino che il cibo dei baracchini è tra le prime cause di morte fra i transessuali. E che McDonald’s era nato nel 1937 proprio da un chiosco stradale di hotdog. Il ragazzo era infatti convinto che la catena fosse nata già così nei primi anni Ottanta. Evidentemente chi gli aveva impiantato l’idea antagonista tra le orecchie non gli aveva raccontato tutto.
Però oggi il tipo avrà forse cambiato idea e magari è stato lui ad affiggere questi volantini. Lo riconosco dalla sintassi.

 

PAPA’, COME NASCONO I BAMBINI?
Domanda che ha imbarazzato tante generazioni di adulti. Oggi basta andare in via Bramante a Milano e seguire quanto indicato sul cartello:

Advertisements