È successo il 6 maggio. Sotto un temporale aspettavo una ragazza di Varese che aveva comperato un mio netbook e stava venendo a ritirarlo in piazzale Lagosta.

A un certo punto si è avvicinata una signorina e io ho subito creduto fosse l’acquirente. Non era lei. Aveva un gonnellone e portava al braccio la borsa del Salone del Mobile. Non era di Milano. Mi ha domandato: “Tu sai dov’è il grattacielo che hanno occupato? Quello in costruzione?”

Lasciamo stare l’uso irritante del tu. “Distanze, vero”, avrebbe detto Franca Valeri.

Le ho risposto che non ero a conoscenza di nessuna occupazione. In quanto ai grattacieli in costruzione ce n’erano parecchi alle nostre spalle…

“No”, mi ha interrotto. “Non è un grattacielo in costruzione. È un grattacielo abbandonato. Mi sono confusa”. Una traccia: non era un architetto.

C’è solo un grattacielo abbandonato a Milano, la Torre Galfa. E allora le ho risposto: “Ah, intendi la Torre Galfa?”

Lei mi ha guardato come se le avessi rivelato il terzo segreto di Fatima.

“Già, già quello… Ho chiesto a decine di persone e sei l’unico che sa il nome!”

Amica mia, se giri per l’Isola e fermi i cosentini che abitano nelle sue topaie di sicuro nessuno saprà che si tratta della Torre Galfa, così chiamata perché sorge tra le vie GALvani e FAra, nel pieno di quello che doveva essere il mai completato Centro Direzionale.

Le ho fornito le indicazioni e lei è andata via, radiosa.

Solo dopo ho saputo cosa era successo. Dell’occupazione artistica, intendo. Ovvero del palcoscenico su cui le solite cariatidi cittadine sono andate in visita per avere una minima visibilità.

C’è passato anche Dario Fo che molti anni fa occupò la Palazzina Liberty e ne fece il suo teatro. Altri tempi, altri risultati, altra arte. Possibile che Fo non si sia accorto della differenza che c’è tra lui e quei basettoni la cui arte si limita a due disegni sul muro?

Comunque oggi è avvenuto lo sgombero. Pisapia ha perso un bel po’ di futuri elettori. E il miglior commento alla cosa si trova sul sito del Deboscio. Qui.

Advertisements