Se ti chiami Anna dello Russo e ti sei “inventata un lavoro” come “consulente creativa di Vogue Japan” (se non altro la crisi accentua la fantasia)…

Se, dimentica dei taralli nativi, ti definisci platealmente “vegana crudista” e dici di aver eliminato la cucina per far posto a una cabina armadio…

Se ti sei imposta come icona della moda e guardi con sdegno il popolino che compra nei grandi magazzini e segue la tv…

Mi spieghi perché accetti di fare un’ospitata da Benedetta Parodi, mettendoti a cucinare del pescespada con il musino cristallizzato in un perenne grumo di disgusto e offrendoti al ludibrio di migliaia & migliaia di casalinghe?

Advertisements