Però sappiamo che non è più il 2002. Siamo in pieni anni Dieci, ci piaccia o no. E francamente non ci piace. Nemmeno quando ci ritroviamo a pensare che non siamo i soli.

In una settimana il telefono ha suonato solo tre volte. E tutte e tre le volte era una impostatissima addetta del “Nuovo servizio broker assicurativo di American Express” che senza nemmeno farti dire “Pronto?” attaccava una lagna per vendere una polizza. Io chiudevo, convinto che fosse una registrazione, lei richiamava.

Una settimana poco incoraggiante. Ho pensato che redazioni e uffici fossero pieni di gente troppo stanca dalle vacanze pasquali per sollevare la cornetta, forse. Sono dubbi che non fanno dormire, così alle 6.30 mi sono svegliato. Alle 7.00 ho letto la notizia sul flop dell’ultimo cd di Madonna che non vende (mi son detto: mal comune… ma non mi è stato d’aiuto). Alle 7.30 ho scritto a un caporedattore di “Oggi”, proponendogli un articolo sull’argomento. Alle 7.45 mi ha risposto dicendo che ne parlerà al direttore. Che mi ha risposto alle 8.45 dicendo di farlo subito perché il giornale sarebbe andato in stampa nel pomeriggio. Non dormiva nessuno, quindi.

Consegnato l’articolo (che uscirà mercoledì prossimo) ho provato la stessa sensazione che deve provare un giaguaro quando si trascina una gazzella nella tana: “Anche questa settimana si mangia”. Sono gli anni Dieci, ci piaccia o no.

Advertisements